News Trident

F2 & F3 TRIDENT - BUDAPEST PREVIEW

F2 & F3 TRIDENT - BUDAPEST PREVIEW

FIA F2 Championship, Budapest, Race Preview

L’ottavo round stagionale porta le monoposto del FIA Formula 2 Championship sul tortuoso e impegnativo circuito dell’Hungaroring, ubicato alle porte di Budapest. Gli alfieri del Team Trident Giuliano Alesi e Ralph Boschung hanno l’obiettivo di conquistare preziosi punti. 

Due settimane di pausa hanno consentito ai protagonisti della FIA Formula 2 Championship di ricaricare le batterie dopo una serie di appuntamenti racchiusi in pochi week-end. La seconda categoria, archiviato l’appuntamento in terra d’Albione a Silverstone, è ora di ritorno sul tradizionale circuito dell’Hungaroring, che in questo fine settimana ospiterà la quindicesima e sedicesima manche stagionali nel contesto dell’ottavo round di campionato. La pista, che misura 4,381km, è caratterizzata da un incalzante susseguirsi di curve, molte delle quali di media e lenta percorrenza raccordate da brevissimi rettilinei. La sua estrema tortuosità ricorda ai piloti che scendono in pista i tempi del kart,con le sue pieghe strette ed i continui cambi di direzione. Il ritmo frenetico fa sì che gli pneumatici fatichino a raffreddarsi e mette seriamente alla prova la tenuta fisica dei piloti. La traiettoria quasi obbligata e un unico rettilineo non agevolano le manovre di sorpasso. Uscire di traiettoria spezza il ritmo e fa perdere parecchio tempo. Per questi motivi, sulla pista ungherese sono molto importanti le strategie e il risultato in qualifica. Non è sempre la vettura in assoluto più veloce a tagliare per prima il traguardo. Dal punto di vista tecnico, sono cruciali la deportanza e il grip meccanico, mentre l’usura degli pneumatici non è particolarmente rilevante.   Giuliano Alesi vanta un’ottima tradizione sulla pista ubicata alle porte di Budapest. Il driver transalpino sui saliscendi della pista ungherese ha conquistato il gradino più alto del podio nella GP3 Series nel 2017. Il prossimo fine settimana il pilota francese ha l’obiettivo di aumentare il proprio punteggio nella graduatoria piloti. Accanto al driver di Avignone ritroverà il suo volante il ventunenne vallese Ralph Boschung, per tre volte nella top ten in qualifica nelle prime cinque corse della stagione ed intenzionato a farsi valere su una pista che l’ha costantemente visto esprimersi su rimarchevoli livelli. 

Giacomo Ricci, Team Manager:

“Affrontiamo la trasferta di Budapest con l’obiettivo di incrementare il nostro punteggio in graduatoria. Dobbiamo essere ambiziosi e consci nei nostri mezzi. Accogliamo con piacere il ritorno con i colori del Team Trident di Ralph Boschung, che insieme a Giuliano Alesi ricompone il line-up di inizio stagione. Sono certo che i nostri alfieri sapranno lavorare proficuamente con lo staff tecnico e conquisteranno risultati importanti”.

 

 

FIA Formula 3 Championship, Budapest, Race Preview.

Negli ultimi round stagionali i portacolori del Team Trident si sono espressi su livelli competitivi, ma non hanno concretizzato il loro potenziale a causa di specifici episodi di gara. Obiettivo della squadra a Budapest è di confermarsi al top della categoria e conquistare per la prima volta il gradino piò ù alto del podio nel 2019. 

Con il quinto appuntamento stagionale, di scena sui saliscendi dell’Hungaroring, il FIA Formula 3 Championship supera il giro di boa di metà stagione. Dopo la corsa in terra ungherese ci sarà la pausa estiva, che si concluderà con il ritorno si scena della categoria sul tracciato di Spa-Francorchamps di fine agosto. Per i portacolori del Team Trident sarà molto importante iniziare con il piede giusto la fase conclusiva del calendario e congedarsi per la sosta di tre settimane al termine di una prova convincente. Le motivazioni della squadra con sede a Milano sono particolarmente alte, anche perché nel precedente round disputato a Silverstone i risultati raccolti non hanno rispecchiato il potenziale mostrato dalle monoposto schierate dalla squadra. Sulla pista ubicata alla periferia di Budapest il Team Trident punta a conquistare il primo successo stagionale. Le note difficoltà nel sorpasso renderà particolarmente importante l’esito delle qualifiche. Il ventunenne Pedro Piquet si presenterà in suolo ungherese forte della quinta posizione nella graduatoria di campionato e dei podi colti sul tracciato del Paul Ricard. Un risultato che non sono stato ripetuto in terra inglese a causa di una collisione avvenuta nelle ultime battute della corsa conclusiva, quando il pilota sudamericano si trovava nel gruppo al comando della corsa. Per il brasiliano, l’appuntamento con il terzo podio stagionale è soltanto rinviato. Per quel che concerne il diciannovenne finlandese Niko Kari, in Inghilterra l’ex pilota junior della Red Bull ha pregiudicato un piazzamento di prestigio a causa di alcune collisioni.  Devlin Defrancesco a Silverstone si è espresso su livelli nell’arco dell’intero fine settimana, confermando una crescita molto evidente, confermata dal secondo miglior tempo nel primo turno di prove del venerdì. Il diciannovenne driver dell’Ontario ha il chiaro obiettivo di cogliere in Ungheria i primi punti in questa stagione. Le premesse per un altro fine settimana di successo per i colori del Team Trident all’Hungaroring ci sono davvero tutti. Il lavoro di preparazione è stato molto accurato. Ora tocca agli alfieri del Team Trident conquistare un risultato di prestigio per poi affrontare la meritata pausa estiva.   

Giacomo Ricci, Team Manager

“Nel precedente appuntamento di Silverstone le nostre monoposto si sono espresse su buoni livelli, ma siamo mancati nella parte realizzativa causa di una gestione di gara non sempre ottimale e di episodi sfortunati. A Budapest sarà fondamentale non commettere errori ed essere chirurgici in qualifica. Il livello qualitativo del campionato e altissimo, ogni passo falso lo si paga a carissimo prezzo. Bisogna sempre dare il massimo senza mai far calare la tensione agonistica”.

 

I motori delle monoposto del FIA Formula 2 Championship si accenderanno venerdì alle ore 13:00, quando è previsto il primo turno di prove libere.  Nella stessa giornata sono in programma le qualifiche, alle ore 16:55. Sabato sarà la volta della Feature Race alle ore 10:00, mentre la Sprint Race è in programma domenica alle ore 11:25.
Le monoposto del FIA Formula 3 Championship saranno protagoniste nella mattinata di venerdì, con la sessione di prove libere in programma alle ore 9:35. Sabato sarà poi la volta delle qualifiche alle ore 9:00 e di Race One, prevista alle ore 16:45. Race Two è in programma domenica alle ore 10:00. Come di consueto, tutta l’attività in pista sarà seguita in diretta da Sky Sport F1.