News Trident

F2 TRIDENT - BAHRAIN SPRINT RACE

F2 TRIDENT - BAHRAIN SPRINT RACE

FIA F2 Championship, Sakhir, Sprint Race Report 

Nella Sprint Race i due portacolori del Team Trident, Giuliano Alesi e Ralph Boschung, hanno combattuto vigorosamente a centro gruppo e riportato un degrado termico agli pneumatici che non ha premiato la strategia della squadra di non effettuare il cambio gomme. 

Nella Sprint Race di scena sul tracciato di Sakhir, sede del primo appuntamento stagionale del FIA Formula 2 Championship, i portacolori del Team Trident non sono riusciti ad entrare nella top-ten. Ralph Boschung e Giuliano Alesi hanno combattuto vigorosamente a centro gruppo con la conseguenza che gli pneumatici hanno accusato un degrado termico che ha vanificato la scelta della squadra di non effettuare il cambio gomme. La seconda manche disputata sul tracciato ubicato al sud di Manama lasciava aperta la possibilità di scegliere tra la strategia a una sosta o senza soste. Entrambe si sono rivelate valide, dato che due dei primi tre piloti al traguardo non si sono fermati nella corsia box. Decisiva sulle sorti dei piloti è stata soprattutto la condotta di gara, ed il fatto che gli alfieri del Team Trident abbiano combattuto a centro gruppo ha certamente inciso negativamente sulla gestione delle loro gomme. Alesi e Boschung non sono così riusciti a raccogliere un risultato in linea con il potenziale espresso nel corso del fine settimana. Per il debuttante Giuliano Alesi va segnalato il sesto miglior tempo in gara, a testimonianza di un soldo ritmo quando ha potuto avere aria libera davanti a sé. Ora i piloti analizzeranno con lo staff tecnico i dati raccolti sul tracciato di Sakhir nell’attività di preparazione al prossimo round stagionale previsto a Baku l’ultimo fine settimana del mese di Aprile.

Giacomo Ricci, Team Manager

“Le dinamiche della corsa hanno impedito ai nostri portacolori di portare a termine con successo la strategia che avevamo scelto. Il ritmo dei nostri piloti sul finale di gara è stato condizionato dallo stato degli pneumatici, che hanno costretto il pilota francese ad effettuare un cambio gomme sul finale. Non siamo riusciti a ottenere in risultato in linea con il nostro potenziale, ma contiamo di farlo già nel prossimo appuntamento di Baku”.