News Trident

F2 TRIDENT - Baku, Sprint Race Report

F2 TRIDENT - Baku, Sprint Race Report

L’epilogo della Sprint Race disputata dai portacolori del Team Trident Giuliano Alesi e Ralph Boschung sul Baku City Circuit è purtroppo analogo a quello della manche del giorno precedente: entrambi sono stati coinvolti in incidenti di gara che hanno posto fine alla loro corsa.

Nella Sprint Race, di scena sullo scenico Baku City Circuit che ha ospitato il secondo appuntamento stagionale del FIA Formula 2 Championship, i portacolori del Team Trident non hanno avuto fortuna e non sono riusciti a concludere la loro corsa. Il loro destino è stato purtroppo simile a quello della manche disputata il sabato, quando sono stati coinvolti in un incidente multiplo alla prima staccata. Tornando alla Sprint Race, entrambi i piloti sono scattati bene allo start e hanno superato senza problemi la prima curva. In occasione della seconda staccata, Ralph Boschung, che aveva guadagnato una posizione alla partenza, è stato colpito dalla monoposto di Tatiana Calderon e costretto alla resa nella via di fuga. Passando a Giuliano Alesi, il diciannovenne pilota transalpino, portacolori del Ferrari Driver Academy, stava forzando per conquistare una posizione nella top-ten, ma un lungo in frenata mentre stava sopravanzando un rivale lo ha portato contro le barriere esterne. Nell’urto, la monoposto del pilota di Avignone ha riportato danni tali da determinarne l’immediato ritiro. La corsa disputata sulle rive del Mar Caspio non ha certamente portato fortuna ai colori del Team Trident, che è pronto a rilanciare la sfida già dal prossimo appuntamento stagionale che si disputerà a Barcellona il secondo fine settimana di maggio a corollario del Gran Premio di Spagna.

Giacomo Ricci, Team Manager

“Purtroppo, come accaduto nella Feature Race, anche in occasione della manche conclusiva entrambe le nostre monoposto non hanno terminato la corsa a causa di un incidente. Ralph Boschung, per la seconda volta consecutiva, era totalmente esente da alcuna responsabilità. Il pilota svizzero aveva le carte in regola per disputare un’ottima corsa. Giuliano Alesi stava forzando per conquistare una posizione nella top-ten, ma ha colpito le barriere. Ora lavoreremo con la consueta meticolosità per invertire la rotta nel prossimo appuntamento di Montmelò”.