News Trident

F3 TRIDENT - MONZA RACE TWO

F3 TRIDENT - MONZA RACE TWO

FIA F3 Championship, Monza, Race Two Report  

Il Team Trident saluta il pubblico di casa conquistando la quinta posizione con Pedro Piquet, che ha confermato il valido risultato colto in Race One. Devlin Defrancesco e Niko Kari, autore di una buona rimonta, non sono riusciti a conquistare la top-ten.  

Nella seconda frazione disputata sul leggendario tracciato di Monza, reso scivoloso dalla pioggia caduta nel corso della notte, il Team Trident ha conquistato una buona quinta posizione con il ventunenne pilota brasiliano Pedro Piquet, che ha confermato il risultato raccolto nella manche disputata ieri. Il driver sudamericano, scattato dalla seconda fila sullo schieramento di partenza, ha perso tempo alla prima curva dopo aver scelto una traiettoria esterna ed essere stato spinto da un rivale fuori traiettoria. Il ventunenne figlio del tre volte iridato Nelson ha poi mantenuto un ritmo gara convincente che gli ha consentito di recuperare e cogliere la quinta posizione sotto la bandiera a scacchi dopo aver compiuto un ottimo sorpasso ai danni di Leonardo Pulcini. La quinta posizione nella graduatoria di campionato è ora nel mirino di Pedro Piquet. Il ventunenne pilota dell’Ontario Devlin Defrancesco è stato protagonista di una solida corsa in prossimità della top-ten, ma ha dovuto rallentare sul finale a causa di problemi di degrado agli pneumatici. Il diciannovenne finlandese Niko Kari, scattato dalla ventisettesima posizione sullo schieramento di partenza, è stato autore di una convincente rimonta dopo l’incidente occorso nelle prime battute della corsa disputata ieri. Il driver finlandese ha chiuso in quindicesima posizione davanti al team mate Devlin Defrancesco. L’ottavo e ultimo appuntamento stagionale sarà di scena l’ultimo fine settimana del mese di settembre sul tracciato russo di Sochi, che si affaccia sulle sponde del Mar Nero.

Giacomo Ricci, Team Manager

“Oggi Pedro Piquet ha nuovamente disputato una corsa molto valida. Peccato che un rivale lo abbia spinto fuori alla prima curva, facendogli perdere prezioso tempo. Penso che Pedro avesse il potenziale per salire sul podio. Sul finale, il brasiliano ha compiuto un ottimo sorpasso ai danni di Leonardo Pulcini. Passando a Devlin Defrancesco, il pilota canadese ha disputato una buona manche, ma sul finale ha avuto degrado alle gomme. Infine, Niko Kari ha ben rimontato, ma partiva a fondo gruppo ed era difficile ottenere di più”.