News Trident

FIA F2 Championship, Bahrain, Sprint Race 1 & 2 Report

FIA F2 Championship, Bahrain, Sprint Race 1 & 2 Report

Il Trident Motorsport ha conquistato i primi punti stagionali grazie alla settima posizione colta da Marino Sato nella manche del pomeriggio. Buon esordio nella categoria per Bent Viscaal, che ha sfiorato la top-ten in entrambe le corse. 

Il FIA Formula 2 Championship ha aperto la stagione 2021 sul tracciato di Sakhir con la disputa delle Sprint Race 1 e 2, alle quali domani farà seguito la Feature Race, in programma poche ore prima della disputa del Gran Premio del Bahrain di Formula 1. Il Trident Motorsport ha iniziato il nuovo campionato in maniera promettente, ottenendo due punti grazie alla settima posizione colta dal driver nipponico Marino Sato nella manche disputata nel pomeriggio. Il ventunenne di Yokohama nella frazione mattutina aveva invece colto il quindicesimo posto. E’ stato senza dubbio positivo anche l’esordio nella seconda categoria dell’olandese Bent Viscaal, che ha sfiorato la top-ten nella corsa del debutto e conquistato la dodicesima piazza nella corsa conclusiva della giornata, che ha premiato i piloti che hanno adottato la strategia di gara che prevedeva il cambio gomme. 
Nella sessione di qualifica, Viscaal e Sato hanno ottenuto un risultato che non rispecchia il loro potenziale, conquistando rispettivamente il quindicesimo e il diciottesimo posto sullo schieramento di partenza della Sprint Race 1. Al via, entrambi i piloti hanno accusato un problema con le temperature che è costato loro alcune posizioni. Il driver dei Paesi Bassi è riuscito a risalire dalla diciassettesima piazza fino al decimo posto, sfumato soltanto nel corso dell’ultimo giro. Una penalizzazione di cinque secondi a causa di un sorpasso effettuato in regime di bandiere gialle ha retrocesso Viscaal in tredicesima posizione, due piazze davanti al team mate Sato. 
La Sprint Race 2, disputata nel tardo pomeriggio con temperature più basse, è stata contraddistinta dalle diverse strategie adottate dei piloti e ha premiato quelli che hanno scelto l’azzardo del cambio gomme. Marino Sato, che si è fermato nella corsia box per montare un treno di pneumatici nuovi, ha potuto così recuperare nel finale fino alle settima posizione, che corrisponde al suo miglior risultato in assoluto del pilota di Yokohama in Formula 2 e consente al Trident Motorsport di conquistare i primi due punti stagionali. Bent Viscaal, che nella parte centrale della gara era risalito fino al quarto posto, ha chiuso in dodicesima posizione. Purtroppo, la strategia adottata con il pilota di Albergen non ha premiato.  
Ora i piloti e lo staff tecnico affronteranno il lavoro di preparazione alla Feature Race, che scatterà domani mattina alle ore 13:50 locali, le 11:50 nel Central European Time. 

Giacomo Ricci, Team Manager:

“Siamo abbastanza soddisfatti per la settima posizione colta da Marino Sato nella Sprint Race 2, che corrisponde al miglior risultato del pilota del Sol Levante nella categoria e che consente al Trident Motorsport di conquistare i primi punti stagionali. L’azzardo di compiere il cambio gomme ha dato i suoi frutti. Abbiamo, invece, commesso l’errore di non richiamare anche Bent Viscaal nella corsia box mentre la corsa era in regime di Safety-car. Per quel che invece concerne la Sprint Race 1, i nostri piloti hanno iniziato in salita perché nelle qualifiche non hanno ottenuto un risultato in linea con il loro potenziale e hanno avuto problemi con le temperature alla partenza. Viscaal è stato protagonista di una discreta gara, conclusa con un tredicesimo posto. Marino Sato è risalto dalla ventiduesima al quindicesima posizione. Ora puntiamo a lasciare il Bahrain con una prestazione convincente nella Feature Race in programma domani”.