News Trident

FIA F2 Championship, Sochi Autodrom, Sprint Race Report

FIA F2 Championship, Sochi Autodrom, Sprint Race Report

A causa di una spaventosa collisione che ha visto protagoniste due monoposto, la Sprint Race è stata definitivamente interrotta dopo soli cinque giri e ha assegnato un punteggio dimezzato. Marino Sato e Roy Nissany non hanno raccolto punti.

E’ durata soltanto cinque giri la Sprint Race prevista sul Sochi Autodrom, sede del decimo appuntamento stagionale del FIA Formula 2 Championship. La manche è stata dichiarata conclusa al termine del quinto passaggio a causa di uno spaventoso incidente che ha visto protagoniste le monoposto di Jack Aitken e Luca Ghiotto. Entrambi i piloti non hanno riportato conseguenze, ma per i commissari è stato impossibile ripristinare le condizioni di sicurezza del tracciato in tempi utili. La Sprint Race ha comunque attribuito un punteggio dimezzato. Marino Sato, scattato dalla tredicesima posizione sullo schieramento di partenza, ha concluso la manche nella medesima posizione. Roy Nissany occupava la diciassettesima piazza nel momento in cui la corsa è stata interrotta. La brevità della Sprint Race ha impedito ai portacolori del Team Trident di attuare una corsa di rimonta e puntare alla zona punti. Il calendario della categoria prevede ora una lunga pausa, ben due mesi, prima che i motori si riaccendano nuovamente per un doppio appuntamento in Bahrain previsto a cavallo tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre.

Giacomo Ricci, Team Manager:

“Impossibile commentare la manche odierna a causa della sua brevità. Siamo sollevati per il fatto che Aitken e Ghiotto non abbiano riportato conseguenze nell’incidente che ha causato l’interruzione della Sprint Race. Fortunatamente, le nostre monoposto non sono stati coinvolte in contatti e non hanno subito danni”.