News Trident

FIA F2 Championship, Spa-Francorchamps, Sprint Race Report

FIA F2 Championship, Spa-Francorchamps, Sprint Race Report


Roy Nissany, scattato dalla prima posizione sullo schieramento di partenza, è stato costretto al ritiro a causa di una collisione con Daniel Ticktum. Il driver israeliano aveva il potenziale per puntare al successo. Marino Sato è stato spinto fuori pista da Jehan Daruvala. 
 
C’è un grande rammarico per il Team Trident al termine della Sprint Race disputata sul circuito di Spa-Francorchamps, che ha chiuso il settimo appuntamento stagionale del FIA Formula 2 Championship. Roy Nissany, che aveva conquistato la prima posizione e stava conducendo la corsa, è entrato in collisione con Daniel Ticktum nel corso del terzo giro. Le monoposto di Ticktum e Nissany, entrate appaiate alla esse di “Les Combes”, sono venute a contatto. Ad avere la peggio è stato il venticinquenne pilota di Tel Aviv, finito rudemente contro le barriere. Il driver israeliano è uscito fortunatamente indenne dalla sua monoposto, rimasta gravemente danneggiata. C’è grande dispiacere per un episodio assolutamente evitabile nelle prime fasi di gara, dal momento che Roy Nissany aveva ampiamente mostrato di avere il potenziale per lottare per la vittoria. Ticktum, dopo aver tagliato all’interno della traiettoria, avrebbe dovuto alzare il piede e cedere la posizione. Invece, il pilota inglese è rientrato in pista mentre sopraggiungeva Nissany, che è stato colpito e spedito contro le barriere. E’ stata una giornata negativa anche per Marino Sato, spinto fuori pista da Jehan Daruvala quando stava disputando una solida corsa a centro gruppo. Accantonate le emozioni di Spa, i piloti e lo staff tecnico si concentreranno sul lavoro di preparazione al prossimo appuntamento stagionale, in programma sulla pista di casa a Monza il prossimo fine settimana. 
 
Giacomo Ricci, Team Manager:

“C’è un grosso rammarico per l’incidente nel quale è rimasto coinvolto Roy Nissany, che avrebbe potuto puntare al successo nella corsa odierna. Purtroppo, Dan Ticktum ha colpito il nostro pilota, mandandolo contro le barriere. I danni alla monoposto del venticinquenne israeliano sono ingenti, ma il nostro pilota sta bene. Anche Marino Sato è stato spedito fuori pista da un rivale, Jehan Daruvala. Ora dobbiamo accantonare le emozioni e voltare pagina. Dobbiamo concentrarsi sul lavoro di preparazione al prossimo round di Monza”.