News Trident

F2 TRIDENT - Baku, Race Preview

F2 TRIDENT - Baku, Race Preview

Il Team Trident punta con decisione sul cittadino di Baku

Sul circuito cittadino più veloce della stagione i portacolori del Team Trident puntano ad essere protagonisti. Il potenziale del line-up, insieme alla rimarchevole prestazione del 2018, rende la squadra italiana molto fiduciosa sulla via della Capitale Azera che si sponda sul Mar Caspio.  

Il prossimo fine settimana il FIA Formula 2 Championship sarà di scena sul tracciato cittadino di Baku, che ospiterà il secondo round della stagione. La corsa in terra azera, in calendario dal 2016, è diventata un punto fermo del calendario grazie al suo fascino e alle sue unicità. Le monoposto della seconda categoria sfrecceranno infatti sul circuito cittadino più veloce e lungo della stagione. Le dimensioni della pista, caratterizzata da un impressionante rettilineo di 2,2 km che si percorre alla massima velocità, superano i sei chilometri di lunghezza. Il lay-out è molto completo: il Baku City Circuit presenta anche un tratto più lento e guidato, ubicato nella parte più antica della Capitale azera dove si sfiorano le vecchie mura della città, e curve a novanta gradi. La conformazione del tracciato rende particolarmente importanti le scelte relative al set-up, dal momento che serve individuare il giusto equilibrio per rendere la monoposto costantemente veloce. L’asfalto è molto liscio, il degrado termico degli pneumatici è normalmente contenuto e serve più tempo a portare le gomme in temperatura. In suolo azero, il Team Trident è reduce da una prestazione di elevato livello: nel 2018 soltanto un problema meccanico impedì nelle fasi conclusive di gara al rookie indiano Arjun Maini di conquistare un risultato di prestigio nella Feature Race, dopo aver colto un ottimo settimo tempo in qualifica. Nella Sprint Race, il debuttante di Bangalore risalì fino ad un rimarchevole settimo posto, a conferma di un potenziale di assoluto livello della monoposto. Un elemento che sarà il punto di partenza quando Giuliano Alesi e Ralph Boschung usciranno dalla corsia box venerdì mattina. Il figlio d’arte transalpino avrà l’obiettivo di comprendere velocemente una pista che non conosce, mentre il driver rossocrociato è già stato protagonista sul tracciato di Baku e porterà alla squadra la sua esperienza e velocità. I piloti hanno svolto un meticoloso lavoro di preparazione con lo staff tecnico del Trident ed al simulatore, con l’obiettivo di farsi trovare pronti quando inizierà il turno di prove libere nella mattinata di venerdì. Sarà molto importante per entrambi non commettere errori nella sessione di prove libere, in modo da preparare al meglio le qualifiche e porre le basi per un fine settimana nel quale raccogliere un risultato di prestigio. 

Giacomo Ricci, Team Manager

“Ci sono diversi elementi che ci rendono molto fiduciosi in vista della seconda tappa stagionale di Baku. In primis, le nostre monoposto nella passata stagione si sono rivelate estremamente competitive in suolo azero. L’ottima performance del 2018 deve essere il nostro punto di partenza. Inoltre, i nostri piloti hanno un ottimo potenziale. Sarà molto importante, per Giuliano Alesi e Ralph Boschung, utilizzare al meglio il turno di prove libere, evitando il minimo errore. L’obiettivo del team Trident è di conquistare con entrambi i piloti la top-eight in qualifica, disputare una Feature Race ad alto livello e puntare ad un podio nella Sprint Race”.

I motori delle monoposto del FIA Formula 2 Championship si accenderanno venerdì alle ore 11:00, quando è previsto il primo turno di prove libere.  Nella stessa giornata sono in programma le qualifiche, alle ore 15:00. Sabato sarà la volta della Feature Race, che scatterà alle ore 12:00, mentre la Sprint Race è in programma domenica alle ore 13:10.Come di consueto, tutta l’attività in pista sarà seguita in diretta da Sky Sport F1. Gli orari sono espressi nel Local Time, che per l’Azerbaijan è di due ore in anticipo rispetto al Central European Time.