News Trident

FIA F.2 Championship, Spa-Francorchamps, Sprint Race Report

FIA F.2 Championship, Spa-Francorchamps, Sprint Race Report

Trident Motorsport conquista un positivo quinto posto con Richard Verschoor. 

Il FIA Formula 2 Championship ha aperto il suo undicesimo round stagionale sull’impianto ubicato in Vallonia, dove nella giornata odierna è andata in scena la Sprint Race, disputata in condizioni di pista asciutta.  Nella sessione di qualifica, Richard Verschoor ha trovato un discreto con il tracciato belga, ottenendo il settimo tempo, mentre Calan Williams non è andato oltre il diciottesimo. Al via, Verschoor si è fatto trovare reattivo ed è balzato al terzo posto, mentre Williams è presto risalito fino alla quattordicesima posizione. Nel corso della sesta tornata, esattamente ad un terzo di gara, il pilota dei Paesi Bassi ha avuto un leggero calo nel suo ritmo gara e ha perso una posizione. Nel corso dell’undicesima tornata, un’uscita di Sargeant ha provocato l’ingresso della safety-car e ricompattato il gruppo. Calan Williams ne ha approfittato per entrare nella corsia box e montare un treno di gomme fresche. Al restart, Verschoor è scattato bene, ma nei giri successivi non è riuscito a resistere agli attacchi di Drugovich, che aveva un set di gomme nuove. Il driver olandese ha così concluso la Sprint Race al quinto posto. Calan Williams non è riuscito a sfruttare il vantaggio dato dagli pneumatici freschi, mostrando inattese difficoltà in fase di sorpasso, e ha chiuso in sedicesima piazza. Nella Feature Race di domani, prevista alle ore 10:20 locali, a poche ore dal Gran Premio del Belgio, Richard Verschoor scatterà dalla settima casella sullo schieramento di partenza, mentre Williams prenderà il via dalla settima fila. 

Giacomo Ricci, Team Manager, commento Sprint Race 

“Siamo soddisfatti per la quinta posizione colta da Richard Verschoor, che dà continuità al risultato nella top-ten conquistato dal pilota olandese nel precedente appuntamento all’Hungaroring. Verschoor ha avuto un discreto ritmo gara, ma non è riuscito a difendere la terza posizione che aveva guadagnato nelle prime fasi della manche. Per quel che concerne Calan Williams, abbiamo deciso di richiamarlo nella corsia box per montare un treno di gomme fresche mentre la corsa era in regime di safety-car. Purtroppo, rientrato in pista, il driver australiano non è riuscito a recuperare come era nelle nostre attese”.