News Trident

FIA F2 Championship, Baku, Sprint Race 1 & 2 Report

FIA F2 Championship, Baku, Sprint Race 1 & 2 Report

Trident Motorsport è tornato a combattere al vertice della categoria. Insieme ai primi punti stagionali, il rookie olandese Bent Viscaal ha sfiorato anche primo podio nella Sprint Race 2, conclusa al quarto posto dopo la decima posizione colta nella Sprint Race 1. Marino Sato ha conquistato la diciottesima posizione e la tredicesima piazza nelle prime due corse disputate nella Capitale azera. 

Il terzo round stagionale del FIA Formula 2 Championship è scattato sul velocissimo tracciato cittadino di Baku, che nella giornata odierna ha mandato in scena le prime due corse in programma in suolo azero. Nella giornata di domani, alle ore 12:45 locali, le 10:45 CET, è invece prevista la Feature Race che chiuderà la trasferta in Azerbaijan della categoria. La prima giornata di gare sul tracciato che si sponda sul mar Caspio si è rivelata molto positiva per il Trident Motosport, che ha sfiorato il primo podio stagionale con Bent Viscaal, quarto nella Sprint Race 2, mentre Marino Sato non è mai riuscito a fare breccia nella top-don dopo una giornata di prove difficile. Gli alfieri del Trident Motorsport, al debutto a Baku, hanno avuto sorti diverse sin dal turno di prove libere, quando Viscaal ha mostrato un ritmo promettente, mentre Sato è stato protagonista di un’uscita di pista che gli ha impedito di acquisire esperienza e confidenza su un tracciato che non conosceva. Nel turno di qualifica, Viscaal ha siglato il tredicesimo tempo a causa di un errore nell’ultimo settore del giro decisivo, che ha pregiudicato una prestazione da settimo-ottavo tempo in griglia. Sato, avendo saltato il turno di prove libere, ha conquistato il ventesimo tempo, ma non si poteva chiedere molto di più a un ragazzo esordiente sul complesso tracciato azero. Nella Sprint Race 1, Viscaal ha recuperato tre posizioni, si è reso autore di alcuni pregievoli sorpassi, e ha raggiunto l’obiettivo di conquistare il decimo posto che gli è valso la partenza dalla prima posizione sullo schieramento di partenza nella Sprint Race 2. Per quel che concerne Marino Sato, nella Sprint Race 1, è stata compiuta la scelta strategica di scattare al via con le mescole Option, che si sarebbe rivelata proficua nel caso di un intervento della safety-car tra il quinto e decimo giro. Nella fase conclusiva, Sato è stato richiamato per il cambio gomme e ha concluso la manche con un set di mescole Prime, acquisendo così esperienza in vista delle corse successive. Dopo aver perso la leadership della corsa nelle primissime battute della Sprint Race 2, Viscaal ha espresso un brillante ritmo gara che gli ha consentito di lottare per il podio e di conquistare, con la quarta posizione finale, i primi punti stagionali. In crescita, rispetto alla Sprint Race 1, il livello di performance di Marino Sato, che ha disputato una buona corsa di rimonta chiusa in tredicesima posizione. Ora lo staff tecnico del Trident Motorsport, sulla scia dei buoni riscontri odierni, si dedicherà al lavoro di preparazione della Feature Race che chiuderà il fine settimana sulle rive del mar Caspio. 

Giacomo Ricci, Team Manager, commento qualifiche e Race 1

“Ben Viscaal ha mostrato un buon feeling con il tracciato azero sin nel turno di prove libere, mentre in qualifica ha commesso un piccolo errore nell’ultimo settore che ha pregiudicato una prestazione da quarta fila. La Sprint Race 1 disputata dal pilota dei Paesi Bassi è stata certamente positiva, Bent ha raggiunto l’obiettivo che si era posto di recuperare tre posizioni e conquistare il decimo posto, che gli ha consentito di partire dal vertice dello schieramento di partenza nella Race 2. La sessione di qualifica di Marino Sato è stata negativamente influenzata dall’incidente avvenuto nel turno di prove libere, che ha impedito al nostro pilota, rookie, di acquisire un’adeguata esperienza e fiducia per essere competitivo. Nella Sprint Race 1, con il pilota del Sol Levante abbiamo compiuto la scelta strategica di scattare al via con le mescole Option, che si sarebbe rivelata profittevole nel caso ci fosse stato un intervento della safety-car dal quinto al decimo giro. Successivamente, abbiamo richiamato il nostro pilota per montare le Prime, anche con l’obiettivo di consentirgli di acquisire esperienza in vista delle successive due corse”.

Giacomo Ricci, Team Manager, commento Race 2

“Siamo soddisfatti per il livello di performance espresso dalle nostre monoposto: con Bent Viscaal oggi avevamo il potenziale per puntare alla piazza d’onore. Il quarto posto del rookie olandese è certamente un risultato promettente, che ci rende molto fiduciosi in vista delle prossime uscite stagionali. Viscaal ha disputato una buonissima gara, ma deve prendere dimestichezza nella lotta al vertice. Alcuni piccoli errori gli sono costati un meritato podio. Abbiamo comunque conquistato i primi punti con il driver dei Paesi Bassi e migliorato il nostro punteggio nella classifica riservata ai team. Per quel che concerne Marino Sato, il pilota giapponese è cresciuto rispetto alla prima frazione nel ritmo e recuperato diverse posizioni. La corsa di domani non sarà facile, dato il risultato delle qualifiche, ma daremo il massimo per tornare in Italia con altri punti”.