News Trident

FIA F2 Championship, Silverstone, Sprint Race 1 & 2 Report

FIA F2 Championship, Silverstone, Sprint Race 1 & 2 Report

I portacolori di Trident Motorsport non sono riusciti a conquistare la zona punti nelle due Sprint Races disputate sul tracciato del Northamptonshire.  Una sessione di qualifica poco incisiva che ha costretti Bent Viscaal e Marino Sato a scattare dalle retrovie sullo schieramento di partenza. Nella Sprint Race 2, Viscaal è stato buttato fuori pista da un avversario.  

Il quarto round stagionale del FIA Formula 2 Championship si è aperto sull’iconico tracciato di Silverstone, che nella giornata odierna ha mandato in scena le prime due corse in programma in suolo britannico. Domani, alle ore 10:50 locali è invece prevista la Feature Race che manderà agli archivi la trasferta in terra d’Albione della categoria.

La prime due frazioni sul tracciato ubicato a sud di Northampton si sono rivelate avare di soddisfazione per gli alfieri di Trident Motorsport, che non sono riusciti a mettersi in mostra come invece era avvenuto nel precedente appuntamento stagionale disputato sul circuito azero di Baku. Ad incidere sul risultato di giornata di Marino Sato e Bent Viscaal è stato un turno di qualifica opaco che ha relegato il pilota del Sol Levante e quello dei Paesi Bassi rispettivamente al ventunesimo e diciassettesimo posto sullo schieramento di partenza.
Il driver nipponico, rallentato da un problema al propulsore in prova, anche nella Sprint Race 1 è stato costretto ad un lungo stop nella corsia box per il medesimo inconveniente che è costato quattro giri e ha precluso al ventunenne nato a Yokohama ogni chance di risalire. Per quel che concerne Bent Viscaal, il driver olandese non è riuscito nel finale, nonostante la fosforica strategia dello staff tecnico di Trident Motorsport di montare sulla monoposto del pilota di Albergen un treno di gomme morbide gli abbia dato un vantaggio competitivo sui diretti rivali. Il driver olandese ha concluso, distanziato dalla zona punti, in sedicesima posizione.
Nella Sprint Race 2 Bent Viscaal è stato urtato e spedito nella sabbia della via di fuga da un avversario.
Il pilota di Albergen non ha riportato conseguenze, ma è stato costretto all’immediato ritiro già nel corso del quinto giro. Non ha avuto particolari sussulti la corsa di Marino Sato, che non è mai riuscito a mettere nel suo mirino la zona punti. Ora lo staff tecnico del Trident Motorsport si dedicherà al lavoro di preparazione della Feature Race che chiuderà il fine settimana sul tracciato che è considerato la casa del Motorsport britannico. 


Giacomo Ricci, Team Manager, commento qualifiche e Race 1

“I nostri piloti non sono riusciti a trovare il giusto feeling con la pista di Silverstone e non sono stati adeguatamente incisivi in qualifica. Il posizionamento arretrato sullo schieramento di partenza ha costretto Bent Viscaal e Marino Sato ad una strategia di rimonta. Nel corso di Sprint Race 1, il pilota nipponico ha accusato problemi al propulsore indipendenti dalla squadra. Per quel che concerne Viscaal, nello stint finale di gara dopo la safety-car, abbiamo montato sulla sua macchina un treno di pneumatici Soft per agevolare il suo recupero. Ciò nonostante, il nostro portacolori non è riuscito a mettere nella sua spot line la zona punti”.


Giacomo Ricci, Team Manager, commento Race 2

“Ci sono pochi commenti da fare al termine di una corsa che ha visto Bent Viscaal uscire di scena nel corso dei primissimi giri a causa del tamponamento di un rivale, mentre Marino Sato non ha avuto il ritmo necessario per risalire dalle posizioni di fondo a causa del degrado degli pneumatici. Bent Viscaal si era dichiarato soddisfatto per le modifiche apportate sulla sua monoposto, che verranno riproposte domani”.