News Trident

Trident centra la top-10 a Montecarlo

Trident centra la top-10 a Montecarlo

Duplice impegno per la squadra italiana a Montecarlo, dove la Formula Regional European Championship by Alpine ha raggiunto la Formula 2. Subito i tre piloti della FRECA hanno dimostrato di avere un ottimo passo, assicurando altri punti in classifica a Trident.

La prestigiosa cornice del Gran Premio di Monaco ha accolto il terzo appuntamento stagionale della Formula Regional European Championship by Alpine, che dopo le due tappe tricolori di Monza e Imola si è spostata sulle strade del Principato. Per tutti e tre i piloti di Trident si è trattato del battesimo su un circuito cittadino, ma Roman Bilinski, Tim Tramnitz e Leonardo Fornaroli non si sono certo tirati indietro, mostrando fin dalla prima sessione di prove libere un ottimo potenziale velocistico, confermato poi nel turno di qualifica.

I tre portacolori della squadra di Maurizio Salvadori sono stati inseriti nel gruppo B, in quanto alla vigilia dell’evento occupavano le posizioni dispari della classifica. Bilinski è apparso il pilota maggiormente a proprio agio nei primi minuti della sessione, mettendo a segno diversi settori record. Purtroppo però il pilota anglo-polacco ha toccato il muro con la posteriore destra all’uscita di curva 16, danneggiando la propria vettura e dovendo così alzare bandiera bianca, perdendo la possibilità di mettere a frutto il proprio potenziale.

Fornaroli è invece riuscito a migliorarsi con costanza, fino a portarsi in terza posizione a cinque minuti dal termine, quando una bandiera rossa ha interrotto la sessione. Una volta ripartita, Leonardo non è più riuscito ad abbassare il proprio riferimento, cedendo un paio di posizioni per chiudere al quinto posto, assicurandosi la quinta fila dello schieramento per le due manche. Nonostante un problema elettronico al cambio nelle prove libere, anche Tramnitz si è ben comportato, qualificandosi per entrambe le manche in programma, a cui sono stati ammessi 28 dei 37 piloti al via, con il nono tempo nel proprio gruppo.

In gara 1 Fornaroli è riuscito a balzare dalla decima alla nona piazza grazie ad una profonda staccata all’esterno di curva 1, con cui si è liberato di un rivale. Da quel momento in poi Leonardo ha gestito la propria vettura, garantendo al team il quarto risultato utile in zona punti su cinque corse. Tramnitz ha guadagnato ben due posizioni nel corso del primo giro, risalendo dalla 18esima alla 16esima posizione. Il pilota tedesco è anche riuscito ad approfittare del contatto tra due rivali per guadagnare altre due piazze, ma la bandiera rossa esposta pochi istanti più tardi ha vanificato il suo sforzo. Partito 19esimo, anche Bilinski è riuscito a portare a termine un sorpasso, guadagnando una posizione. 

Roman Bilinski: “È la mia prima volta a Monaco e sono contento di aver subito dimostrato di avere un ottimo passo in qualifica. Purtroppo ho toccato il muro in curva 16, vanificando i primi due settori in cui avevo fatto il record. Sono molto dispiaciuto per il team, ma almeno abbiamo dimostrato di avere un ottimo potenziale. Partendo dal fondo in gara 1 è stato molto difficile risalire. Ho compiuto un paio di sorpassi, dopodiché la mia gara di fatto è finita. Abbiamo comunque fatto tanta esperienza utile”.

Tim Tramnitz: “Alla vigilia di questa gara ero molto emozionato all’idea di correre a Monaco, ma il nostro fine settimana è partito subito in salita a causa di un problema elettronico al cambio nelle prove libere, che non ci ha permesso di completare quanti giri volevamo. Quindi la qualifica è stata una sorta di prova libera per me e ho ottenuto solamente il nono tempo nel mio gruppo, di cui non posso essere contento, specialmente dopo la bella prestazione di Imola. In gara 1 sono comunque riuscito a risalire dalla 18esima alla 16esima posizione, sfruttando le occasioni che ho avuto in partenza, ma poi non ho più potuto fare molto. Domani cercherò di godere al massimo l’esperienza di correre a Monaco”.

Leonardo Fornaroli: “È veramente emozionante correre a Monaco, è una delle piste più belle su cui abbia mai guidato. La qualifica e gara 1 sono andate abbastanza bene, ieri sono riuscito a chiudere in quinta posizione nel mio gruppo, il che significa partire dalla nona e decima casella nelle due gare. Oggi la mia partenza non è stata perfetta, ma sono riuscito a recuperare alla staccata di curva 1, superando Leon e guadagnando una posizione. In seguito, sono riuscito a mantenere la mia posizione, raccogliendo altri punti per il campionato”.