News Trident

Trident conquista subito la zona punti all’esordio a Monza

Trident conquista subito la zona punti all’esordio a Monza

Trident conquista subito la zona punti allesordio a Monza

 Trident ha inaugurato il proprio impegno in FRECA conquistando subito una brillante top-10 nella gara desordio.

Al primo fine settimana nella Formula Regional European Championship by Alpine, Trident ha subito dimostrato di avere il passo per ambire alle posizioni di testa. Dopo aver disputato le due giornate di test pre-stagionali e i due turni di prove libere del venerdì sullasfalto asciutto, le condizioni sono cambiate prima della gara, con una pioggia insistente che ha fatto capolino sul circuito brianzolo al termine delle qualifiche.

 

Data la nutrita griglia di partenza, con ben 37 vetture presenti, lorganizzatore del campionato ha deciso di dividere i piloti in due gruppi per le qualifiche, in modo da diminuire il traffico in pista. I protagonisti sono stati divisi in base al risultato delle prove libere 2. Roman Bilinski e Leonardo Fornaroli sono quindi stati inseriti nel gruppo A, il primo ad entrare in azione, mentre Tim Tramnitz nella seconda batteria.

 

Fornaroli è rimasto nelle posizioni di testa per tutta la durata del proprio turno, chiudendo con il quinto tempo al calare della bandiera a scacchi, seguito a soli due decimi di distanza dal compagno di squadra Bilinski, ottavo. La stessa posizione è stata ottenuta pochi minuti più tardi da Tramnitz, che ha così raggiunto il pilota anglo-polacco in ottava fila, mentre Fornaroli si è assicurato la nona casella sulla griglia di partenza e la prima piazza tra i piloti al debutto.

La pioggia ha però scombinato le carte in tavola in vista della gara. Le condizioni di visibilità sono diminuite drasticamente, mettendo in difficoltà i piloti, alle prese per la prima volta con lasfalto bagnato. Fornaroli è comunque riuscito a mantenere una posizione in top-10 fino allultimo passaggio, quando è stato sopravanzato da alcuni rivali, che hanno però tagliato la prima chicane. Il pilota italiano ha così chiuso in 13esima posizione, precedendo sul traguardo Tramnitz e Bilinski, bravi a guadagnare terreno tenendosi lontani dai guai.

 A motori spenti la direzione gara è intervenuta penalizzando i tre piloti che hanno commesso linfrazione. Fornaroli ha così ripreso la decima piazza assoluta, terza tra i rookie, regalando a Trident il primo punto in FRECA. Tramnitz sale in 11esima posizione, ad un passo dalla top-10 assoluta, mentre Bilinski chiude in un promettente 13esimo posto finale.*

 Domani alle ore 9:25 Tramnitz tornerà in azione per il secondo turno di qualifica del gruppo B, seguito alle ore 9:45 dal gruppo A, che vedrà invece impegnati Bilinski e Fornaroli. Alle 14:05 infine scatterà gara 2, che andrà a chiudere il fine settimana desordio della squadra tricolore.

 

Roman Bilinski: Questo campionato è davvero molto tosto ed emergere è complicato. Credo che oggi abbiamo raccolto molte informazioni utili dalla qualifica e dalla gara. Era davvero difficile vedere qualcosa a causa dellacqua alzata dalle altre vetture. Adesso dobbiamo lavorare per migliorarci in vista della gara di domani”. 

Tim Tramnitz: Il risultato ottenuto in qualifica non è quello che ci aspettavamo, ma abbiamo imparato alcune cose utili per il futuro. In gara invece le condizioni erano molto complicate. In partenza ho guadagnato alcune posizioni, ma le condizioni di visibilità hanno risentito dei diversi periodi di safety car che ci sono stati, quindi mi sono concentrato sul cercare di non fare errori e di non mancare i punti di frenata. È stato davvero complicato, ma credo che in questa situazione si possa imparare davvero molto e tutto sommato mi sono divertito”.

Leonardo Fornaroli: Prima gara per me nel FRECA. La nostra è una categoria davvero complicata, come hanno dimostrano i distacchi tiratissimi nella qualifica di stamane. Sono molto contento di come sia andata, con il quinto tempo nel mio gruppo e il nono assoluto. In gara, nonostante fossi nelle prime posizioni, cera davvero poca visibilità e nei pochi giri di bandiera verde purtroppo ho commesso alcuni errori, come nellutilizzo del push-to-pass, che mi è costato una posizione. Abbiamo ancora tanto da cui imparare, ma possiamo essere soddisfatti di questa giornata”.