News Trident

FIA F2 Championship, Jeddah, Sprint Race 1&2 Report

FIA F2 Championship, Jeddah, Sprint Race 1&2 Report

Buona la “prima” sul nuovo circuito semi-permanente di Jeddah per Trident Motorsport, che ha colto la piazza d’onore con Bent Viscaal nella Sprint Race 2. Il pilota dei Paesi Bassi ha ripetuto l’ottimo risultato già ottenuto nel precedente appuntamento stagionale a Monza. Fuori dalla zona punti Marino Sato, coinvolto in un incidente al via di Sprint Race 1.

Nella prima giornata di gare sul tracciato arabo di Jeddah, che per la prima volta ha ospitato il FIA Formula 2 Championship, Trident Motorsport ha colto una solida piazza d’onore grazie a Bent Viscaal nella Sprint Race 2. L’olandese aveva conquistato il nono posto nella Sprint Race 1, sfiorando la zona punti. Meno fortunato Marino Sato, tamponato da un rivale al via della Sprint Race 1 e costretto a rimontare dall’ultima fila nella manche conclusiva. Nella Sprint Race 1, disputata nelle ore centrali della giornata, Bent Viscaal è scattato bene dalla settima fila sullo schieramento di partenza, portandosi sin nelle prime fasi di gara a ridosso del gruppetto in lotta per la top-ten. Il driver di Albergen è stato molto concreto e attento nell’evitare di commettere il minimo errore, ha mantenuto un buon passo gara e ha raggiunto l’obiettivo che si era posto nella corsa che ha aperto il fine settimana di Jeddah: grazie alla conquista della nona posizione, il pilota olandese ha conquistato il diritto di scattare dalla prima fila dello schieramento nella Sprint Race 2. Assai sfortunata è stata, invece, la prima manche di Marino Sato. Il pilota del Sol Levante, diciassettesimo in qualifica, è stato tamponato da un rivale alla prima curva ed è stato costretto al ritiro con la parte posteriore della sua monoposto molto danneggiata. Nella Sprint Race 2, disputata in notturna sotto le luci artificiali, Trident Motorsport ha aperto e chiuso lo schieramento di partenza, con Viscaal in prima fila e Sato nell’ultima. Il driver olandese ha perso due posizioni alla prima curva dopo aver attaccato il leader Daruvala, che lo ha chiuso all’esterno. Da quel momento, il ventiduenne pilota dei Paesi Bassi si è costantemente mantenuto nel gruppo di testa e ha portato a termine in seconda posizione una manche ancora una volta disputata su rimarchevoli livelli e priva di errori. Viscaal ha gestito molto bene numerosi corpo a corpo e si è mantenuto costantemente in lotta diretta con i piloti al vertice della categoria. Per l’olandese si tratta della seconda piazza d’onore consecutiva, dopo quella conquistata nel precedente round a Monza. Per quel che concerne Marino Sato, il driver giapponese ha pagato lo scotto di essere partito nelle retrovie. Il nipponico ha disputato una corsa solida, conclusa fuori dalla top ten. Ora gli alfieri di Trident Motorsport utilizzeranno i dati raccolti nel lavoro di preparazione della Feature Race, in programma oggi ore 17:25 davanti al pubblico del primo Gran Premio in Arabia Saudita. 

Giacomo Ricci, Team Manager, commenta le Qualificazioni e la Race 1:

Siamo molto contenti per il risultato ottenuto da Bent Viscaal. Il pilota olandese ha fatto una discreta partenza e ha mantenuto un buon passo gara. Il driver dei Paesi Bassi è stato molto attento ad evitare incidenti. La sua condotta intelligente gli ha consentito di conquistare la nona posizione ed il diritto di scattare dalla prima fila nella seconda manche. Per quel che invece concerne Marino Sato, il driver nipponico è stato incolpevolmente coinvolto in un incidente alla prima curva, dove è stato tamponato da un rivale e costretto al ritiro. La sua monoposto è stata fortemente danneggiata nella parte posteriore dal violento urto.

Giacomo Ricci, Team Manager, in merito alla Race 2: 

Siamo estremamente soddisfatti per la seconda posizione conquistata da Bent Viscaal, che già aveva conquistato la piazza d’onore nel precedente appuntamento di Monza. Si tratta di un risultato che riflette una buona performance a livello di squadra e premia la costante crescita del pilota dei Paesi Bassi. Viscaal si è mantenuto per tutta la corsa a strettissimo contato con i primi, cogliendo un meritatissimo risultato. Il nostro pilota è stato molto bravo nella gestione dei numerosi duelli nei quali è stato coinvolto e ha costantemente mantenuto un passo gara considerevole. Marino Sato ha disputato una solida corsa, cominciata da fondo gruppo, condizionata nel risultato dalla sua partenza dall’ultima fila dello schieramento di partenza.